Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

POR CREO- due bandi aperti per progetti di Ricerca & Sviluppo, scadenza 8/9/2017

La Regione Toscana, in attuazione dell’asse Prioritario 1 “Rafforzare la Ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione”, azione 1.1.5 “Sostegno all’avanzamento tecnologico delle imprese attraverso il finanziamento di linee pilota e azioni di validazione precoce dei prodotti e di dimostrazione su larga scala” del POR FESR Toscana 2014-2020 ed in linea con la “Strategia di Ricerca e Innovazione per le Smart Specialisation in Toscana (RIS3)”, ha pubblicato i seguenti bandi:


Bando 1 – Progetti strategici di ricerca e sviluppo – Costo totale ammissibile non inferiore ai € 2.000.000,00 e superiore € 7.000.000,00 (decreto 7165 del 26/05/2017)
Bando 2 – Progetti di ricerca e sviluppo delle MPMI - Costo totale ammissibile non inferiore ai € 150.000,00 e superiore € 2.000.000,00 (decreto 7429 del 31/5/2017)


La scadenza è fissata al 8 settembre 2017


Bando 1 – Progetti strategici di ricerca e sviluppo Possono presentare domanda le GI (Grandi Imprese) in cooperazione con almeno 3 MPMI (Piccole e Medie Imprese), con o senza Organismi di Ricerca, associati nelle forme di ATS, Associazione Temporanea di impresa ATI o RTI, Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Consorzi senza personalità di giuridica.
L’accesso al bando è esteso anche ai liberi professionisti in quanto equiparati alle piccole e medie imprese come esercenti attività economica a prescindere dalla forma giuridica rivestita. (DGR n. 240 del 20/03/2017)
Bando 2 – Progetti di ricerca e sviluppo delle MPMI Possono presentare domanda MICRO, Piccole e Medie Imprese, singole o in cooperazione tra loro (in numero minimo di 3) con o senza Organismi di Ricerca.
L’accesso al bando è esteso anche ai liberi professionisti in quanto equiparati alle piccole e medie imprese come esercenti attività economica a prescindere dalla forma giuridica rivestita. (DGR n. 240 del 20/03/2017)

Entrambi i Bandi, Bando 1 – Progetti strategici di ricerca e sviluppo e Bando 2 – Progetti di ricerca e sviluppo delle MPMI intendono sostenere le attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale delle imprese. Se da una parte la ricerca industriale punta all’acquisizione di nuove conoscenze e capacità, dall’altra, lo sviluppo sperimentale si basa sull’utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti per sviluppare nuovi prodotti, servizi e processi. Scopo di ciascun progetto e suo vero output deve essere la realizzazione di un prodotto/servizio/processo industrialmente utile. Il bando finanzierà progetti di investimento in R&S, market oriented e prossimi alla fa se di applicazione di produzione, che prevedono un alto grado di innovazione.
Saranno finanziati esclusivamente progetti di ricerca e sviluppo legate alle priorità tecnologiche indicate nella “Strategia di Ricerca e Innovazione per le Smart Specialisation in Toscana (RIS3)” e l’intensità di aiuto sarà incrementata di 5 punti percentuali nel caso di progetti coerenti con la strategia “Industria 4.0”.
Resta inteso che i progetti finanziati dovranno essere realizzati interamente in Toscana, come dovrà essere attastato dai documenti di spesa presentati in sede di rendicontazione.
Si precisa che ciascuna impresa, sia in qualità di singolo proponente, si in qualità di capofila oppure di partner, potrà presentare una sola proposta progettuale a valere su uno solo dei Bandi 1, 2 o 3 (Bando 3 – Progetti attuativi dei protocolli di Investimento). Per gli organismi di Ricerca non vale la limitazione relativa alla partecipazione ad una sola proposta progettuale.


Nota : Accordo sui diritti di proprietà intellettuale e diffusione dei risultati: Per entrambi i bandi l’art. 2.3.2 specifica che, nel caso di progetti presentati in raggruppamenti di impresa, la ripartizione e le condizioni di esercizio della proprietà intellettuale, derivante dall’attività svolta, sarà definita mediante accordo preliminare da sottoscrivere in data antecedente alla presentazione della domanda di aiuto.

 

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa