Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

Quale diritto per Internet?

Curato da Paolo Passaglia e Dianora Poletti, esce un nuovo e-book della Pisa University Press scaricabile gratis

  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

copertina libroNodi Virtuali, legami informali: Internet alla ricerca di regole è e-book che inaugura una nuova una collana della Pisa University Press. Curatori del volume sono  i professori Paolo Passaglia e Dianora Poletti che hanno raccolto gli atti di un incontro di studio organizzato a Giurisprudenza in occasione del trentennale della nascita di internet nel 2016.

L’e-book è scaricabile gratuitamente a questo link. Ecco intanto una presentazione a firma dei due curatori.


***************

Internet ha bisogno di regole: ma quali? e, soprattutto, poste da chi? dall’“alto” dei poteri istituzionali o dal “basso” della comunità degli utenti? quale è il rapporto tra diritto e tecnologia? le regole “tradizionali” sono ormai obsolete o sono ancora capaci di funzionare?

Questi complessi problemi sono al centro del nuovo e-book dal titolo Nodi virtuali, legami informali: Internet alla ricerca di regole, pubblicato dalla casa editrice dell’Ateneo Pisa University Press, che si arricchisce con questo primo volume di una nuova collana denominata Studi in tema di Internet Ecosystem.

Curatori della collana e del volume sono due docenti del Dipartimento di Giurisprudenza: il professore Paolo Passaglia, ordinario di diritto comparato e la professoressa Dianora Poletti, ordinario di diritto privato, entrambi studiosi e autori di pubblicazioni sul diritto dell’internet.

Il volume raccoglie gli atti dell’incontro di studio organizzato dal Dipartimento di afferenza dei due curatori nei giorni 6 e 7 ottobre 2016, in occasione della ricorrenza dei trenta anni dalla nascita di Internet e dei venticinque anni dalla nascita del web in Italia.

Il convegno ha costituito l’occasione per creare un momento di confronto e di condivisione di esperienze, con l’idea di contribuire a segnare una tappa della faticosa costruzione di quello che con una certa approssimazione può essere definito il “diritto della Rete”. Al convegno hanno partecipato insigni studiosi della materia di diversa estrazione, insieme a giovani cultori e a importanti operatori del settore: ne è derivata un’ulteriore conferma della necessità di abbandonare in questo orizzonte vecchi steccati, interni ed esterni alla scienza giuridica. Solo un dialogo aperto e volto alla comprensione delle essenziali basi organizzative della Rete è capace di non abbandonare la stessa ad una ingiustificata anomia ma di individuare traiettorie comuni di indagine, essenziali per la costruzione o la ricostruzione delle regole del suo funzionamento.

La nuova collana intende proprio ospitare contributi che indaghino le complesse problematiche sollevate dalla pervasività dell’uso della Rete in una chiave di reale interdisciplinarietà e di dialogo con le altre scienze sociali e con l’informatica, indispensabile per la comprensione di fenomeni complessi e tra loro strettamente interrelati.

Le pubblicazioni della collana sono in modalità open access, secondo una precisa scelta editoriale che appare essa stessa frutto della concezione di Internet come mezzo di disseminazione e di libera fruizione della ricerca scientifica.

 

Paolo Passaglia, Dianora Poletti

 

  •  
  • 12 settembre 2017

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa