Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

Alla scoperta della flora spontanea italiana

Organizzata dall’Ateneo nel Mugello, l’escursione annuale del Gruppo per la Floristica, Sistematica ed Evoluzione della Società Botanica Italiana

  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

Dal 15 al 18 maggio si è svolta nel Mugello romagnolo l'escursione del Gruppo per la Floristica, Sistematica ed Evoluzione della Società Botanica Italiana, organizzata dall'Università di Pisa. Scopo dell’iniziativa, che si svolge ogni anno in regioni italiane differenti, è quello di contribuire alla conoscenza della distribuzione della flora spontanea di territori poco conosciuti.

partecipanti.JPG

I partecipanti all'escursione


In particolare l'escursione di quest’anno è stata organizzata dal dottor Francesco Roma-Marzio dell’Orto e Museo Botanico in stretta collaborazione con il professore Lorenzo Peruzzi e il dottor Marco D'Antraccoli del Dipartimento di Biologia. Ventisei in tutto i partecipanti fra rappresentanti di otto università (Calabria, Camerino, Marche, Napoli, Reggio Calabria, Roma, Salerno, Tuscia), di altri enti di ricerca e appassionati.
Il nutrito gruppo di botanici si è mosso, spesso suscitando la curiosità degli abitanti della zona, in varie località nelle altre valli dei fiumi Sillaro, Santerno e Senio, tra i comuni di Firenzuola e di Palazzuolo sul Senio (città metropolitana di Firenze).

Dalle numerose piante raccolte sono stati predisposti campioni d'erbario (piante essiccate, conservabili nel tempo come campioni museali), che saranno studiati ed identificati nei prossimi mesi. Lo stesso gruppo di studiosi si ritroverà a Pisa nel febbraio 2020, per un workshop che permetterà di risolvere alcune criticità di identificazione e per arrivare successivamente a una pubblicazione scientifica collettiva.

  •  
  • 21 maggio 2019

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa