Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

A Gianluigi Albano il premio Reaxys per il miglior progetto di ricerca in Chimica

Il riconoscimento è assegnato dal Gruppo Giovani della Società Chimica Italiana (SCI) ed Elsevier

  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

foto Gianluigi AlbanoIl Gruppo Giovani della Società Chimica Italiana (SCI) ed Elsevier, leader mondiale nel fornire soluzioni informative nell’area della scienza e della salute, proseguono nel loro impegno a favore della ricerca chimica in Italia e premiano i vincitori della quinta edizione del Reaxys SCI Early Career Researcher Award, in occasione del XXXIX Convegno Nazionale della Divisione di Chimica Organica della Società Chimica Italiana a Torino.

I membri del Gruppo Giovani di Società Chimica Italiana sono stati invitati a presentare un saggio che descrivesse un progetto o un'idea di ricerca originale, avvalendosi di una banca dati scientifica. Gianluigi Albano, dell’Università di Pisa, ha ottenuto il primo premio per un progetto di ricerca focalizzato sulla preparazione di materiali organici altamente innovativi, in vista di una loro possibile applicazione come semiconduttori - ossia composti dotati di una conducibilità elettrica intermedia fra quella dei metalli e quella degli isolanti - in dispositivi tecnologici capaci di interagire con la cosiddetta “luce circolarmente polarizzata”.

“Alla base del mio progetto di ricerca c’è l’idea di sfruttare la “chiralità”, una proprietà che da sempre contraddistingue la Natura e tutti gli organismi viventi, per sviluppare semiconduttori organici che si prestino ad applicazioni tecnologiche innovative” - dichiara Gianluigi Albano - “Sono davvero felice di aver vinto il primo premio: ricevere questo prestigioso riconoscimento internazionale è molto importante sia da un punto di vista personale, ripagandomi di tante difficoltà e problemi incontrati durante questi anni come giovane ricercatore, che da un punto di vista professionale, in quanto rappresenta un’occasione per arricchire il mio profilo scientifico e dare maggiore visibilità al mio lavoro”.

Il 2019 segna il quinto anno di collaborazione tra SCI ed Elsevier nel promuovere e valorizzare l’attività dei giovani ricercatori nel campo della chimica in Italia e sostenerne la carriera. “Iniziative come il premio Reaxys sono strumenti fondamentali per promuovere e supportare il lavoro dei giovani ricercatori in ambito scientifico, sia a livello nazionale che internazionale” – ha dichiarato Leonardo Triggiani, coordinatore del Gruppo Giovani della SCI – “La collaborazione con Elsevier cresce e matura di anno in anno, dandoci la possibilità di valorizzare persone e progetti di ricerca che testimoniano il ruolo da protagonista che l’Italia ricopre nelle varie discipline della chimica. Riporto con piacere che a crescere è anche l’effettivo coinvolgimento della comunità dei giovani chimici nelle iniziative nate da questa collaborazione, attestando che la direzione intrapresa è quella giusta, e richiamandoci ad un impegno sempre maggiore ed attento alle esigenze dei colleghi”.

“Siamo lieti di continuare a sostenere questa iniziativa che, grazie alla collaborazione con il Gruppo Giovani della SCI, conferma per il quinto anno consecutivo l’importanza dell’operato dei giovani chimici in Italia” - ha commentato Joerg Limberg, Vice President Europa di Elsevier - “Un lavoro che ci impegniamo a continuare a supportare a vantaggio della professionalità e dei progetti portati avanti con passione all’interno delle Università italiane”.
Reaxys è marchio registrato di RELX proprietà intellettuale SA, rilasciato su licenza. 

Il saggio di Albano è stato giudicato, sulla base dei criteri di pertinenza, originalità e innovatività, da una giuria composta da sei esperti di chimica di Elsevier e di SCI: Matteo Atzori, ricercatore post-dottorato presso il CNRS & Université Grenoble-Alpes; Emilia Paone, ricercatrice post-dottorato presso l’Università di Firenze; Valentina Lazazzara, ricercatrice presso la Fondazione Edmund Mach; Elena Herzog, Senior Manager Innovation and Partner Development, Elsevier; Carlos Rodriguez del Rio, Customer Consultant Life Sciences, Elsevier; Carine Culot-Rypens, Customer Consultant Life Sciences, Elsevier.





  •  
  • 12 settembre 2019

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa