Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

Corso di Alta Formazione “Diritti e migrazioni. Strumenti per convivere in una società che cambia”

Fino al 29 settembre sono aperte le iscrizioni al Corso di Alta Formazione “Diritti e migrazioni. Strumenti per convivere in una società che cambia” , organizzato anche quest’anno dal Centro Interdisciplinare “Scienze per la Pace” dell’Università di Pisa.

Il corso, arrivato alla quinta edizione, offre le più aggiornate conoscenze teorico-pratiche per affrontare sfide e conflitti collegati ai fenomeni migratori, con l’obiettivo di garantire l’accesso di tutte e tutti ai diritti previsti dalla Costituzione Italiana e dalle convenzioni internazionali.

Il corso è rivolto a:

  • funzionari e funzionarie delle pubbliche amministrazioni, impiegati in particolare in area socio-sanitaria, immigrazione, pari opportunità e pubblica sicurezza;
  • dirigenti scolastici, docenti e altri addetti del sistema scolastico;
  • operatori e operatrici dell’associazionismo, del sindacato, del volontariato, del Terzo settore;
  • operatori e operatrici del sistema dell'accoglienza e dell'assistenza sociale;
  • professionisti legali;
  • giornalisti;
  • studiose e studiosi dei processi migratori;
  • studenti e studentesse di livello universitario.

La struttura del corso viene incontro alle diverse esigenze formative, consentendo di costruire percorsi personalizzati: è infatti possibile iscriversi all’intero corso (72 ore), a singoli percorsi (44 o 28 ore), a singoli moduli tematici (12 o 4 ore), a singole lezioni (2 ore). Il costo d’iscrizione varia in proporzione, da un massimo di 500 euro per l’intero corso a 25 euro per la singola lezione. Sono previste borse di studio e riduzioni. Gl insegnanti e le insegnanti possono utilizzare la loro Carta docente.

Il corso prevede innanzitutto un “Percorso comune" (44 ore) dedicato a tre questioni fondamentali: cause e traiettorie delle migrazioni globali; politiche dell’immigrazione e dell'asilo; politiche e azioni anti-discriminatorie. È poi possibile scegliere tra tre “Percorsi speciali” (28 ore ciascuno) pensati per chi affronta quotidianamente, nel proprio lavoro, i cambiamenti di una società d'immigrazione: il personale della scuola; le/i dipendenti delle pubbliche amministrazioni; i membri di associazioni, sindacati e organizzazioni del Terzo settore.

Il percorso speciale “Comunità scolastiche” è pensato per gli insegnanti e i dirigenti scolastici interessati a costruire una scuola inclusiva e di qualità, ossia capace di valorizzare le differenze presenti nelle classi e gestire i possibili problemi derivanti da un contesto socio-educativo sempre più diversificato. Questo percorso si articola in tre moduli: formare e formarsi in prospettiva interculturale; accompagnare i minori con vissuto migratorio; insegnare in classi plurilingue.

Il percorso speciale “Pubbliche amministrazioni” è pensato per gli amministratori locali interessati a implementare politiche inclusive, per i dipendenti pubblici che interagiscono con una popolazione sempre più diversificata dal punto divista delle origini e dei bisogni, o per chi lavora nelle Prefetture e nelle Questure e si occupa, a vario titolo, di fenomeni migratori. Questo percorso si articola in tre moduli: accesso alla salute; accesso ai diritti sociali; diritto d'asilo e sistema dell’accoglienza.

Il percorso speciale “Associazioni, sindacati, Terzo Settore” è pensato per tutti coloro che operano nelle moltepici realtà della "società civile", con l’obiettivo di accompagnare i cittadini stranieri nell’esercizio dei propri diritti e nella costruzione di percorsi reali e duraturi di cittadinanza, in solidarietà con il resto della popolazione. Questo percorso si sovrappone, in parte, ai due precedenti e si articola in tre moduli: lavorare e produrre occupazione; accompagnare i minori con vissuto migratorio o, in alternativa, accedere alle cure; chiedere e ricevere asilo.

Il corso mantiene e rinforza quest’anno i suoi tradizionali punti di forza: l'approccio centrato sui diritti fondamentali e sulla gestione dei conflitti nell'accesso ai servizi; la prospettiva interdisciplinare, capace di integrare una solida base giuridica con competenze provenienti dalla sociologia, dalla storia, dalla geografia, dalla medicina, dall'antropologia; il taglio pratico-operativo, fondato sulla presentazione di esperienze concrete e casi di successo, e sulla realizzazione di laboratori di gruppo; l’alta qualità dei/delle docenti, del tutor d’aula e della piattaforma di e-learning messa a disposizione.

Vai alla pagina del corso per il programma dettagliato, il bando e le informazioni e i moduli per l'iscrizione.

Contatti

Sito: https://cisp.unipi.it/caf-diritti-e-migrazioni-2019/

Coordinatore scientifico: Federico Oliveri ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. )

Coordinamento didattico e segreteria organizzativa: Lisa Venzi ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. )

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa